Carlo Emilio Gadda e il romanzo giallo

10,00

Un approccio sistematico (o asistematico) alla produzione di Carlo Emilio Gadda consente di evidenziare un atteggiamento letterario (o antiletterario) costante, che acquisterà, in diacronìa, uno spessore sempre più consapevole e rilevante: vivere la letteratura, le sue forme e funzioni, le sue difformità e disfunzioni, come un grande mercato di occasioni, da cogliere al volo, al momento, perché quello seguente è un altro tempo e potrebbe non essere baciato dal sorriso di quell’istante felice. Quest’ultimo è la creazione, che giunge imprevista, improvvisa, inattesa, inedita, certo preparata da letture e interpretazioni, da passioni e visioni, ma poi reinventata ex novo dal momento magico in cui la parola si fa scrittura. La metafora del mercato aiuta forse ad entrare nel laboratorio sperimentale di uno scrittore, che sembra fare della teoria bacthiniana del grottesco lo strumento avido e avventuroso di un approccio “diverso” alla letteratura, grazie all’abbassamento antropologico di quei materiali culturali che il teorico del Carnevale europeo invocava come sostanza ineludibile di creazione artistica alternativa.

Author: Aurora Cacopardo
Categoria: Tag: Product ID: 2913

Descrizione

La lunga vita di Carlo Emilio Gadda è la testimonianza umana e letteraria di ottant’anni di storia, di costume, di arte e di vita italiana. Egli ha vissuto questo lungo periodo in modo sofferto, partecipando con grande passione sia alle vicende storico-politiche che a quelle letterarie, apportando contributi umani e culturali- anche a volte contraddittori- di grande spessore.

Da Profilo di Carlo Emilio Gadda.

il libro

Un approccio sistematico (o asistematico) alla produzione di Carlo Emilio Gadda consente di evidenziare un atteggiamento letterario (o antiletterario) costante, che acquisterà, in diacronìa, uno spessore sempre più consapevole e rilevante: vivere la letteratura, le sue forme e funzioni, le sue difformità e disfunzioni, come un grande mercato di occasioni, da cogliere al volo, al momento, perché quello seguente è un altro tempo e potrebbe non essere baciato dal sorriso di quell’istante felice. Quest’ultimo è la creazione, che giunge imprevista, improvvisa, inattesa, inedita, certo preparata da letture e interpretazioni, da passioni e visioni, ma poi reinventata ex novo dal momento magico in cui la parola si fa scrittura. La metafora del mercato aiuta forse ad entrare nel laboratorio sperimentale di uno scrittore, che sembra fare della teoria bacthiniana del grottesco lo strumento avido e avventuroso di un approccio “diverso” alla letteratura, grazie all’abbassamento antropologico di quei materiali culturali che il teorico del Carnevale europeo invocava come sostanza ineludibile di creazione artistica alternativa.

 

 

l’autore

Aurora Cacòpardocollabora a riviste culturali (Il Cerchio, Espresso napoletano, Napolicity, ecc.) e giornali (Roma, Il Denaro, ecc.) con saggi di storia, letteratura e sociologia. È scrittrice. Di recente ha pubblicato i volumi: Scrittori comici e irregolari del Novecento, Graus, Napoli, 2002; Il vaticinio ed altri racconti, Albatros, Napoli, 2003. È prima vincitrice del Premio internazionale cultura di ieri e di oggi per la narrativa – Reggio Calabria 27.11.2004, nonché del Premio nazionale di poesia Salvatore Cerino – Napoli maggio 2004, del Premio nazionale di narrativa Città di Pompei – settembre 2005. Nella collana “Analisi – quaderni di studio”, curata dall’ISIS-CE.R.G.E. ha pubblicato i saggi: Fede e razionalità in tre filosofi meridionali (2004), La grande Proletaria. Socialismo e nazionalismo in Giovanni Pascoli: origine, natura, contraddizioni (2005).

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 15 × 21 cm
ISBN

97888-8346-138-X

USCITA

2012

PAGINE

72

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Carlo Emilio Gadda e il romanzo giallo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *