‘A vennégna

10,00

Pascoli ce lo insegna: esiste in ognuno di noi un fanciullino che, finchè siamo in tenera età, si esprime mediante il nostro corpo, così che si sente un solo palpito, un solo strillare, un solo guaire. Ma dopo il sopravvento della maturità, mentre noi ingrossiamo la voce e volgiamo l’anima verso nuovi interessi, il fanciullino non cresce e continua a far sentire la sua voce ingenua e primigenia, il suo “tinnulo squillo”, suggerendoci quelle emozioni e sensazioni che solo un bimbo può vivere.

Da Prefazione

di Marco di Mauro

Author: Ennio Giaquinto
Categoria: Tag: Product ID: 1828

Descrizione

M’appare talvolta la mia città

senza balconi sul futuro, ricurva,

come l’indiano divenuto vecchio

a setacciare il fiume

e l’illusione d’oro …

e a una cert’ora, eccola,

come calzari messi ad asciugare

la mia città s’assenta …

il libro

Pascoli ce lo insegna: esiste in ognuno di noi un fanciullino che, finchè siamo in tenera età, si esprime mediante il nostro corpo, così che si sente un solo palpito, un solo strillare, un solo guaire. Ma dopo il sopravvento della maturità, mentre noi ingrossiamo la voce e volgiamo l’anima verso nuovi interessi, il fanciullino non cresce e continua a far sentire la sua voce ingenua e primigenia, il suo “tinnulo squillo”, suggerendoci quelle emozioni e sensazioni che solo un bimbo può vivere.

Da Prefazione

di Marco di Mauro

l’autore

Ennio Giaquinto nato a Caserta nel 1943, trasferitosi poi a Napoli, è attualmente residente in San Giorgio a Cremano.Archivista presso l’Archivio di Stato di Napoli e cultore per le lingue Inglese e Francese,ha scritto sin dall’età giovanile con segnalazioni e premi a livello nazionale tra cui Primo premio “Antonio Pugliese”, a. 1971 per la poesia in lingua, Premio concorso S. Giorgio a Cremano, 2007 per la poesia in vernacolo. Si è espresso nel 2009 con il volume “Guardannose attuorno” cospicua raccolta di poesie in italiano, napoletano,inglese e francese permeate di notevole ironia e grande sensibilità segnalandosi per la prorompente umanità dei suoi versi. Anche quest’ultimo suo lavoro “’A vennegna”, 2011 ricalca la sua visione delle tematiche umane e sociali con versi talvolta essenziali tesi sempre al futuro e alla speranza pur navigando talora nel nostalgico e nel fantastico, conservando intatti spirito, freschezza ed intuizioni nel porgere idee e tesi pure nelle composizioni in lingua inglese e francese con le loro proprie peculiari trasparenze linguistiche.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 13 × 19 cm
ISBN

978-88-8346-370-9

USCITA

giugno 2011

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “‘A vennégna”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *