Profili di parole napoletane e italiane

15,00

Molte parole hanno una lunga storia alle spalle. Tanti anni fa, durante i tornei cavallereschi, le dame donavano ai loro campioni, quale segno di ammirazione, una manica del loro vestito. In francese, queste maniche si chiamarono manches honorables, cioè maniche d’onore. Dal francese il termine manche, trasferito in Italia, divenne “mancia”, che inizialmente significava proprio regalo. Poi, man mano, questo regalo è decaduto, e da un bel dono è stato declassato a una piccola ricompensa, che si dà a chi ci fa un servizio. L’autore spera che al lettore che sta dando una scorsa a questa breve presentazione, piaccia l’esempio riportato, che rappresenta un po’ il leitmotiv di questo libro, col quale ha trattato alcune parole napoletane ed italiane, spesso rivisitandone l’etimologia e riportando gli aneddoti e le curiose storielle ad esse legate.

Author: Alfredo Imperatore
Categoria: Tag: Product ID: 1969

Descrizione

“A Napoli, non sempre amata come pretende perché non ancora conosciuta quanto merita”.

Renato de Falco

 
il libro

Molte parole hanno una lunga storia alle spalle. Tanti anni fa, durante i tornei cavallereschi, le dame donavano ai loro campioni, quale segno di ammirazione, una manica del loro vestito. In francese, queste maniche si chiamarono manches honorables, cioè maniche d’onore. Dal francese il termine manche, trasferito in Italia, divenne “mancia”, che inizialmente significava proprio regalo. Poi, man mano, questo regalo è decaduto, e da un bel dono è stato declassato a una piccola ricompensa, che si dà a chi ci fa un servizio. L’autore spera che al lettore che sta dando una scorsa a questa breve presentazione, piaccia l’esempio riportato, che rappresenta un po’ il leitmotiv di questo libro, col quale ha trattato alcune parole napoletane ed italiane, spesso rivisitandone l’etimologia e riportando gli aneddoti e le curiose storielle ad esse legate.

l’autore

Alfredo Imperatore, medico, è stato Primario Urologico dell’Ospedale Ascalesi, attualmente iscritto anche all’Ordine dei giornalisti pubblicisti della Campania, ha sempre avuto un grande interesse per lo studio delle radici delle parole. Dopo il pensionamento per aver superato i quarant’anni contributivi, libero dall’obbligo del continuo aggiornamento professionale imposto dal lavoro, ha potuto dare sfogo a quella sua vecchia passione. È autore di 32 pubblicazioni scientifiche e ha già pubblicato altri due libri che analogamente trattano delle radici di 50 parole: Etimologie di alcune parole napoletane, italiane e non solo… (Graus Editore, 2008) con il quale si è classificato al primo posto del Premio Internazionale “Emily Dickinson”; Parlare a Napoli (Cuzzolin, 2010).

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 13 × 19 cm
ISBN

978-888-346-391-4

USCITA

aprile 2012

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Profili di parole napoletane e italiane”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *