L’ombra di Masaniello vaga per Piazza del Mercato

12,00

A Napoli la storia di Masaniello la conoscono tutti: il 7 luglio del 1647 scoppia una rivolta popolare che vede come protagonisti un popolo affamato e un personaggio carismatico, che riesce a ottenere una costituzione popolare e che viene eletto Capitano generale del fedelissimo popolo napoletano. Ma è anche la storia di un tradimento, di un uomo che viene ucciso dai suoi stessi compagni.
Anche Anna Luce e Alfonso conoscono la vicenda. Entrambi sono giornalisti, si sono innamorati e hanno deciso di sposarsi nella Chiesa di Santa Maria del Carmine, dove una lapide commemorativa ricorda l’eroe popolare. Quella che invece racconta la vecchia Maestra è un’altra storia, la fiaba dell’eroe giovane, bello e giusto, costruita spiando nella sua vita e nei suoi pensieri. E, come tutte le fiabe ci restituiscono quello che i fatti storici spesso  celano, la Maestra non si inventa nulla, ma usa la sua conoscenza e la sua particolare sensibilità per far emergere la dimensione umana dell’eroe e per smentire quelle leggende negative, volte a sminuire la forza, la generosità e la lealtà di Masaniello nei confronti del popolo, e quindi anche la sua portata rivoluzionaria. Ed ecco che ora è chiaro lo scopo didattico di questo racconto: un discorso contro le disuguaglianze e le ingiustizie che ancora affliggono la città, dove, se si è predisposti con un animo sensibile, il fantasma di Masaniello ci farà visita per indicarci la via.

Author: Carmela Politi Cenere
Categoria: Tag: Product ID: 2087

Descrizione

il libro
A Napoli la storia di Masaniello la conoscono tutti: il 7 luglio del 1647 scoppia una rivolta popolare che vede come protagonisti un popolo affamato e un personaggio carismatico, che riesce a ottenere una costituzione popolare e che viene eletto Capitano generale del fedelissimo popolo napoletano. Ma è anche la storia di un tradimento, di un uomo che viene ucciso dai suoi stessi compagni.
Anche Anna Luce e Alfonso conoscono la vicenda. Entrambi sono giornalisti, si sono innamorati e hanno deciso di sposarsi nella Chiesa di Santa Maria del Carmine, dove una lapide commemorativa ricorda l’eroe popolare. Quella che invece racconta la vecchia Maestra è un’altra storia, la fiaba dell’eroe giovane, bello e giusto, costruita spiando nella sua vita e nei suoi pensieri. E, come tutte le fiabe ci restituiscono quello che i fatti storici spesso celano, la Maestra non si inventa nulla, ma usa la sua conoscenza e la sua particolare sensibilità per far emergere la dimensione umana dell’eroe e per smentire quelle leggende negative, volte a sminuire la forza, la generosità e la lealtà di Masaniello nei confronti del popolo, e quindi anche la sua portata rivoluzionaria. Ed ecco che ora è chiaro lo scopo didattico di questo racconto: un discorso contro le disuguaglianze e le ingiustizie che ancora affliggono la città, dove, se si è predisposti con un animo sensibile, il fantasma di Masaniello ci farà visita per indicarci la via.

l’autore
Carmela Politi Cenere ordinaria di italiano e latino nei licei, giornalista pubblicista. Ha partecipato a diversi convegni e tuttora collabora con riviste letterarie e quotidiani. Sue poesie sono inserite in antologie. La rivista di cultura, “Galleria”, diretta da Leonardo Sciascia, Mario Petrucciani, Jole Tognelli, nel 1986 (gennaio, aprile) le ha dedicato due pagine (15, 16). Suoi saggi critici su Deledda, Bellonci, Pirandello, Ungaretti, Quasimodo, Pasolini, Hemingway sono presenti nelle pagine della rivista “Progresso del Mezzogiorno”, Ed. Loffredo. Sulla stessa rivista, nel 1993, avendo partecipato al Convegno Nazionale, “la crisi dell’arte ed il mondo dei valori”, appariva un suo saggio sui Valori del Mondo Contadino.Ha vinto numerosi premi letterari. Tutti i suoi scritti annoverano prestigiose testimonianze critiche. Sono state già discusse Tesi di Laurea sulle sue opere. È stata Presidente del Premio Letterario Città di Atella per alcuni anni, quando della Giuria, da lei direttamente costituita, facevano parte D. Rea, M. Prisco, M. Venturoli e, l’ultimo anno anche E. Corsi. Ha fondato l’Associazione Culturale Emily Dickinson ed il Premio Letterario Internazionale dello stesso nome, che tuttora presiede, ormai alla XX Edizione. Per la XVII e la XVIII Edizione, il Presidente della Repubblica, On Giorgio Napolitano le ha fatto pervenire una Medaglia di Rappresentanza per l’ottima attività svolta a favore della cultura.
Libri pubblicati: Conscio inconscio, chissà, Ed. Ferraro; Dall’attimo all’eterno, Editrice Napoletana; Oltre il muro di cinta, Ed. Genesi; Ambizioni Giovanili, Ed. Loffredo; Le avventure di Fabrizio e Pulcinellino, Ed. Danilo; Illis temporibus, Ed. Danilo; L’eco dell’uragano, Ed. Danilo; L’Angelo di Wojtyla, Ed. Graus, (testo per il quale ha ricevuto una lettera dal Papa Benedetto XVI del 27.01.2007, con i complimenti e la Benedizione Apostolica); La casbah irrequieta (Racconti Napoletani), Ed. Graus; Napoli e le certezze di San Josemaria, Ed. Rolando (anche per questo libro ha ricevuto il 23.09 2010 la Benedizione Apostolica ed i complimenti da parte del Papa Benedetto XVI); La soglia del sublime, Amori napoletani, Ed. Graus; Città nel caos, Ed. Graus.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 14 × 21 cm
ISBN

9788883465598

USCITA

giugno 2016

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’ombra di Masaniello vaga per Piazza del Mercato”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *