L’etrusco

13,50

Attilio, professore di lettere, per la perdita del suo grande amore, precipita in un abisso di sofferenza e decide di astrarsi dalla vita quotidiana. Ma nel momento di massimo smarrimento, Pina, un’infermiera che appartiene a una famiglia poco raccomandabile, lo risucchia nella realtà con la tragedia della scomparsa di sua figlia, una piccina di soli dieci mesi. Il magistrato incaricato delle indagini sulla sparizione della bimba non è all’altezza del compito; il suo scopo principale è quello di trarre dal dramma in corso la notorietà necessaria per una candidatura alle imminenti elezioni politiche. I giorni trascorrono invano senza risultati, fin quando Ugo, un professore aretino soprannominato “Il Toscano”, sulle tracce di un popolo scomparso – quello etrusco -, non si determina ad avviare in proprio, e con l’aiuto di Attilio stesso, le operazioni per ritrovare la piccola Emanuela. Tra ostacoli e colpi di scena, i due letterati riescono a conquistare gloria e celebrità, diventando ambiti obiettivi per le forze politiche che premono per candidarli alle elezioni. Sono elezioni incerte, che si possono vincere per un pugno di voti, e i politici sono disposti a tutto pur di conquistare il potere, anche a fare patti con gruppi criminali. Attilio e Ugo non possono tenersi in disparte, e vengono sollecitati a prendere una decisione a favore di uno dei due schieramenti…

Author: Gaetano Montefusco
Categoria: Tag: Product ID: 1569

Descrizione

“A volte è semplice parlare di gente ingovernabile, se però chi ha il potere lo usasse per risolvere i problemi, se la giustizia fosse sempre giusta e quindi onesta, se chi ha il dovere di raccontare il vero la smettesse di mentire solo per acquisire notorietà a basso prezzo, forse questa città, questa nazione napoletana ritroverebbe il proprio orgoglio, una più corretta dimensione.

Ma è inutile parlarne…” 

il libro

Attilio, professore di lettere, per la perdita del suo grande amore, precipita in un abisso di sofferenza e decide di astrarsi dalla vita quotidiana. Ma nel momento di massimo smarrimento, Pina, un’infermiera che appartiene a una famiglia poco raccomandabile, lo risucchia nella realtà con la tragedia della scomparsa di sua figlia, una piccina di soli dieci mesi. Il magistrato incaricato delle indagini sulla sparizione della bimba non è all’altezza del compito; il suo scopo principale è quello di trarre dal dramma in corso la notorietà necessaria per una candidatura alle imminenti elezioni politiche. I giorni trascorrono invano senza risultati, fin quando Ugo, un professore aretino soprannominato “Il Toscano”, sulle tracce di un popolo scomparso – quello etrusco -, non si determina ad avviare in proprio, e con l’aiuto di Attilio stesso, le operazioni per ritrovare la piccola Emanuela. Tra ostacoli e colpi di scena, i due letterati riescono a conquistare gloria e celebrità, diventando ambiti obiettivi per le forze politiche che premono per candidarli alle elezioni. Sono elezioni incerte, che si possono vincere per un pugno di voti, e i politici sono disposti a tutto pur di conquistare il potere, anche a fare patti con gruppi criminali. Attilio e Ugo non possono tenersi in disparte, e vengono sollecitati a prendere una decisione a favore di uno dei due schieramenti …

l’autore

Gaetano Montefusco, 56 anni, avvocato, vive e lavora a Napoli. Collaboratore de «Il Sole 24 ore» e de «Il Denaro», ha pubblicato due libri inchiesta sul fasullo risanamento dei comuni italiani (dissesto finanziario) Un miracolo Italiano (1997) e Monumento alla vergogna (2000). L’esordio letterario è arrivato con Atlantico – L’Adultero di Belfast (2001), che ha vinto il Premio letterario stabile nazionale “Nicola Stefanelli” nel 2002. Nel 2003 ha pubblicato Carmela Lo Scalzo, avvocato, napoletana, che ha ricevuto la menzione speciale al premio “Elsa Morante” del 2003.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 15 × 21 cm
ISBN

9788883461592

USCITA

gennaio 2007

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’etrusco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *