Monotremi

10,00

H. 18:45 Milano Centrale – Un treno viaggia nel cuore dell’Italia, attraverso le profondità dell’anima, per svelare la natura vera dei rapporti umani. Sistemati i bagagli, osservati i compagni di viaggio, il viaggiatore riflette – e si perde – sui sentimenti più vitali: amore, odio, amicizia, sesso, affetto. Esiste una definizione per ogni cosa? È possibile inserire tutto in una categoria? Quando furono “scoperti” gli ornitorinchi – animali con il becco che depongono uova e allattano i cuccioli – fu necessario coniare un nuovo ordine: Monotremi. Viaggiando – dopo una sosta alla carrozza ristorante, passato il buio delle gallerie – si scopre che monotremi sono anche alcuni rapporti: indefinibili eppure reali quanto necessari – H. 23:35 Napoli Centrale

Author: Ermanna Carmen Mandelli
Categoria: Tag: Product ID: 1544

Descrizione

E adesso si provi a dargli un nome. Siamo tutti con il becco e il pelo e non speriamo di saper dire cos’è quell’amore che ci schianta il cuore. I nostri rapporti sono monotremi di una sola specie. […] Vitali, anche se inclassificabili. Non forziamoli dentro una definizione normalizzante. Non espelliamoli, perchè non vi entrano. Fantasia, coraggio: coniamo un nuovo ordine e salviamo i rapporti.

il libro

H. 18:45 Milano Centrale

Un treno viaggia nel cuore dell’Italia, attraverso le profondità dell’anima, per svelare la natura vera dei rapporti umani. Sistemati i bagagli, osservati i compagni di viaggio, il viaggiatore riflette – e si perde – sui sentimenti più vitali: amore, odio, amicizia, sesso, affetto. Esiste una definizione per ogni cosa? È possibile inserire tutto in una categoria? Quando furono “scoperti” gli ornitorinchi – animali con il becco che depongono uova e allattano i cuccioli – fu necessario coniare un nuovo ordine: Monotremi. Viaggiando – dopo una sosta alla carrozza ristorante, passato il buio delle gallerie – si scopre che monotremi sono anche alcuni rapporti: indefinibili eppure reali quanto necessari.

H. 23:35 Napoli Centrale

l’autore

Hermana, Ermanna, Carmen, Mandelli, sorella, amante, mai amore, confusa all’età prefetale ma brillante collezionista di abbandoni in un’adolescenza da vera brutta, condizione che difenderà strenuamente negli anni coltivandone la sindrome. Il naturale talento masochista l’ha votata a una prestigiosa carriera di rari amori, tutti non ricambiati. Precocemente folgorata dall’Ideale, ne declinerà i surrogati fino al fatale incontro con l’Originale che da allora vive e regna nei suoi sogni ad occhi aperti e miopi. Personalità bipolare o distimica a seconda che Lui ci sia poco o niente, normoapparente sebbene in visita di studio sul più penoso dei sentimenti umani, inspiegabile e tenace, salvifico della razza: l’amore incondizionato, senza vincoli e risposte, che dà e non riceve e non ricambiato vive, ama per amore e resiste suicida nel silenzio. Disparato insieme di attività quelle che svolge senza nessun pudore di coerenza. Echidna di talenti sprecati, puzzle vivente di combinazioni del femminile, condominio di donne e alieni, scrive inclassificabili non-libri. Monotremi non è il suo primo ornitorinco.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 13.5 × 19 cm
ISDN

978-88-8346-361-7

USCITA

giugno 2010

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Monotremi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *