I Giardini di Bagh-e Babur

20,00

Il testo si presenta come una lucida cronaca dei viaggi intrapresi dal giornalista salernitano, Lorenzo Peluso, per alcune delle più pericolose zone calde del XXI secolo: Afghanistan, Kurdistan e Iraq. L’autore dà vita a un ricco mosaico di descrizioni e argomentazioni, sempre filtrato dal serio e disincantato sguardo del reporter navigato, continuamente coinvolto nell’atto di deradicalizzare la distanza tra le distaccate e aleatorie percezioni del lettore, e il vero volto del Medio Oriente. In quest’ultimo, bellezza e desolazione si confondono in un abbraccio le cui vibrazioni si perdono nelle asciutte ma sentite descrizioni di bellissimi giardini e città fantasma, del goliardico Karim di Kabul e delle coraggiose combattenti contro lo Stato Islamico. Il filo rosso che unisce tutta l’esperienza narrativa è quello di un fiero senso di appartenenza, che guida il corrispondente estero tra le fila di giovani soldati italiani, consapevoli di essere anche loro uno dei volti dell’Afghanistan.

Author: Lorenzo Peluso
Categoria: Tag: Product ID: 2759

Descrizione

Siamo questo: uomini che, per nostra natura, sentiamo, avvertiamo la necessità di non rifuggire da nessuna esperienza; siamo esseri dominati dalla mente che chiede di essere aperta ad ogni esperienza umana.
È un luogo questo, il nostro vivere, che non potrebbe aver alcun colore senza la bellezza della conoscenza.
È questa la giustificazione, evidente, al mio cercare.
Le vite e gli occhi degli afghani, la pelle e il sudore degli iracheni, le rughe e i gesti dei Curdi sono parte della mia esistenza. La cultura, gli ideali, la lingua dei siriani, le idee dei turchi, le sofferenze dei bambini e le privazioni delle donne sono parte della mia vita.

il libro

Il testo si presenta come una lucida cronaca dei viaggi intrapresi dal giornalista salernitano, Lorenzo Peluso, per alcune delle più pericolose zone calde del XXI secolo: Afghanistan, Kurdistan e Iraq. L’autore dà vita a un ricco mosaico di descrizioni e argomentazioni, sempre filtrato dal serio e disincantato sguardo del reporter navigato, continuamente coinvolto nell’atto di deradicalizzare la distanza tra le distaccate e aleatorie percezioni del lettore, e il vero volto del Medio Oriente. In quest’ultimo, bellezza e desolazione si confondono in un abbraccio le cui vibrazioni si perdono nelle asciutte ma sentite descrizioni di bellissimi giardini e città fantasma, del goliardico Karim di Kabul e delle coraggiose combattenti contro lo Stato Islamico. Il filo rosso che unisce tutta l’esperienza narrativa è quello di un fiero senso di appartenenza, che guida il corrispondente estero tra le fila di giovani soldati italiani, consapevoli di essere anche loro uno dei volti dell’Afghanistan.

l’autore

Lorenzo Peluso, giornalista professionista. Inviato ed embedded in Afghanistan, Libano, Iraq, Kosovo. Esperto di geopolitica del Medio Oriente, è direttore del quotidiano quasimezzogiorno.it e giornalista a Radio Alfa. Collabora con il Corriere del Mezzogiorno, QN, quotidiano nazionale, AGL gruppo Espresso. Appassionato di fotografia, ha curato il progetto editoriale Venti volti, storie, suggestioni ed emozioni. Dettagli e vite sognate tra Afghanistan, Iraq, Kosovo e Libano, Melograno editore 2019. Scrittore di saggi, ha pubblicato: Profumo e polvere di terra, il Melograno editore nel 2013; As-salamu ‘alaykum. La pace sia con te, con tutti coloro che ogni giorno lavorano per la pace. Diario di un giornalista embedded tra Afghanistan, Kosovo e Libano, Graus editore 2016. Vincitore del premio di giornalismo “Francesco Landolfo” Napoli 2018; premio di giornalismo “Giuseppe Ripa”, San Martino Cilento 2017; menzione speciale per il giornalismo embedded Teggiano 2015; premio nazionale giornalismo e multimedialità Cilento, Vallo di Diano, Centro Studi Tegea 2013.
Nato a Sanza (SA) il 17 dicembre 1971, nella sua carriera è stato consulente in comunicazione per enti pubblici e responsabile del Laboratorio di Educazione Ambientale “Robert Mallet” curando testi scientifici per la società SGA (Società Geofisica e Ambiente) di Bologna.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 16.2 × 23.5 cm
ISBN

9788883467073

USCITA

giugno 2019

PAGINE

152

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I Giardini di Bagh-e Babur”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *